fbpx

Strategia SEO Personalizzata e importanza dell’analisi preliminare

Il punto di partenza di un lavoro di ottimizzazione SEO verte su un’accurata analisi preliminare dello stato attuale del sito internet. Ci si focalizza sui testi e sulle keyword in base alle quali verrà effettuato il posizionamento. Più precisamente: l’obiettivo iniziale è quello di selezionare le parole chiave per cui le pagine web che compongono il sito andranno ad apparire nella SERP.

La ricerca delle keyword più performanti in termini di business è ciò che in una strategia SEO contribuisce a garantire vantaggio competitivo. Chi naviga in internet, ogni giorno, effettua una miriade di interrogazioni di ricerca: 

Chi lavora nel ramo della SEO, pertanto, si occupa di pianificare e di rendere effettiva una strategia di ottimizzazione per il sito internet, tenendo conto di quali sono le parole chiave che hanno più probabilità di convertire, vale a dire favorire:

La ricerca delle keyword più performanti in termini di business è ciò che in una strategia SEO contribuisce a garantire vantaggio competitivo. Chi naviga in internet, ogni giorno, effettua una miriade di interrogazioni di ricerca: 

Questo è il lavoro di analisi preliminare, base essenziale per strutturare un piano d’azione. 

Tag Title

Che si tratti di SEO per ecommerce o di un lavoro di ottimizzazione SEO on page, è di cruciale importanza concentrarsi sul Tag Title. I motori di ricerca, a partire da Google, considerano determinante questo aspetto. Il titolo della pagina web deve invogliare gli internauti a cliccarci su. 

Se viene comunicato in modo semplice e diretto e se contiene la keyword principale, vengono poste le basi per favorire la SEO ottimizzazione web per motori di ricerca. Il segreto per avere successo, però, risiede nel prestare attenzione al fattore persuasivo. Bisogna mettersi infatti nei panni dell’utente per capire se per cliccare su quella pagina web c’è veramente un motivo. 

Un Tag Title di successo deve comunicare il massimo dei contenuti con il minimo delle parole disponibili. Ciò vuol dire non oltre 65-70 caratteri. Solo in questo modo apparirà invitante e gli internauti ci cliccheranno su. Il segreto sta nel formulare a monte un obiettivo e nel fornire subito una soluzione, volta a risolvere un problema in modo definitivo.

Meta Description

Nonostante non risulti cruciale ai fini del ranking, la meta description ha il compito di fornire a chi naviga online un mini-approfondimento sui contenuti che potrà visualizzare nella pagina web, a seguito del click. Inserire le parole chiave che Google evidenzierà in grassetto, è un modo intelligente per farsi notare agli occhi dei lettori. Sulla stessa falsariga di quanto indicato per il Tag Title, anche la meta description deve essere sintetica. Non più di 150 caratteri di lunghezza.

Url

Di tecniche SEO ce ne sono moltissime. Una di quelle più utili per posizionare in modo ottimizzato un sito internet e le sue pagine web ruota attorno alla creazione di URL SEO friendly, in grado di rispondere appieno alla tematica presentata. L’URL deve contenere poche keyword, ma soprattutto deve essere chiara e semplice da essere ricordata.

Architettura del sito Web

Il successo di un lavoro di ottimizzazione SEO passa anche dall’usabilità: se il sito internet apparirà semplice da navigare e l’utente medio non troverà alcun tipo di complicazione nel cercare i prodotti, i contatti e qualsiasi altro tipo di informazione, allora il lavoro sarà stato portato a termine in maniera ottimale. Non ha senso creare pagine web per qualsiasi cosa, perché si finirebbe per appesantire l’architettura del sito che, esattamente al contrario, deve essere snella. Una strategia SEO per ecommerce e in particolar modo un lavoro di ottimizzazione SEO dedicato deve far in modo che il portale possa essere navigato con pochi click. Ogni risorsa importante deve essere facilmente raggiungibile direttamente dalla homepage.

Motivo per cui, la divisione in micro-famiglie in rapporto alla tipologia di prodotto o alla tematica va realizzata, solo a seguito di un accurato studio delle interrogazioni di ricerca più ricorrenti.

Testi

Siccome Google i motori di ricerca, quando valutano come posizionare le pagine web all’interno della SERP, tengono conto della qualità dei testi, è opportuno lavorare al meglio su questo aspetto. Contenuti creativi, originali e unici fanno la differenza in termini di SEO ottimizzazione. C

L’utilizzo delle parole chiave va dosato con attenzione, tenendo conto dell’analisi preliminare. Il loro inserimento nel testo deve avvenire in modo naturale. Google, infatti, penalizza in caso di dosaggio eccessivo.

Il titolo della pagina, noto come H1 deve essere trattato in maniera esauriente nel testo. Il punto di partenza sta nell’identificare e nell’inserire nel contenuto le parole chiave più idonee.

Anche la formattazione gioca un ruolo indispensabile a livello di ottimizzazione SEO professionale. L’occhio, si sa, vuole sempre la sua parte. Quando si naviga su internet, il lettore non ha molto tempo a disposizione nella fase di ricerca delle informazioni che gli servono. Vi sono diverse ricerche che evidenziano come i primi 5-10 secondi risultano decisivi per la sua permanenza sul sito web. Se da una prima lettura veloce, incentrata sulla selezione delle parole chiave, si sarà fatto l’idea che il contenuto è in linea con i suoi schemi mentali, allora resterà. In caso contrario, uscirà dal sito internet e aumenterà la frequenza di rimbalzo di quest’ultimo. E la cosa, specie in termini di ottimizzazione SEO ecommerce, è una perdita grave, perché non si è perso solamente un lettore, ma anche un cliente potenziale.

Affinché ciò non si verifichi, è bene concentrarsi sulla formattazione del testo. Questo vuol dire:

Il tutto, come già ribadito, in modo naturale e senza esagerazioni. Quelle in un lavoro di ottimizzazione SEO professionale non pagano mai.

Last but not least, occhio all’anchor text, vale a dire ai link interni che puntato su altre pagine del sito web e ai link esterni che rimandano a pagine web di altri siti. Google e i motori di ricerca apprezzano in maniera sensibile questo aspetto, perché giudicano le citazioni come sinonimo di autorevolezza. In questo lavoro, però, è bene prestare attenzione alla parola che fa da anchor text e soprattutto a chi si seleziona come “partner” all’esterno. Il core business di quest’ultimo deve essere in linea con ciò che si fa. Questo non vuol dire necessariamente lo stesso, ma quanto meno analogo.

Immagini

Specie per chi fa e-commerce, una strategia di ottimizzazione SEO non può prescindere dalla cura delle immagini. Queste devono avere un forte impatto visivo e vanno presentate con le giuste parole chiave nell’attributo ALT, affinché possano emergere sui motori di ricerca. Per risultati strabilianti, specie in ambito di e commerce SEO, bisogna farsi aiutare negli scatti da un fotografo professionale; questo può rappresentare un’importante punto di svolta per il proprio business.

Anche le immagini, pertanto, fanno parte elle tecniche SEO da considerare. Queste ultime vanno nominate con una parola chiave rilevante. Inoltre, devono essere leggere e inedite. Oggi, sono sempre più coloro che navigano in movimento mediante smartphone e tablet. Immagini compresse consentono di ottenere le informazioni in tempi rapidi, specie in caso di scarsa connessione.

Conclusioni

In un lavoro di ottimizzazione SEO professionale, occorre saper sperimentare, applicare i necessari correttivi quando dovuto e comprendere sia i trend di settore che le preferenze del proprio target di riferimento, oltre naturalmente alle dinamiche di funzionamento dei motori di ricerca. Non ci si improvvisa professionisti in questo campo. Ragion per cui è bene farsi aiutare da chi ha un consolidato know-how in una materia piuttosto complessa e serve decine di aziende con risultati strabilianti. MrFOSCHINO studia e applica la strategia SEO su misura del cliente.